DiSTA, Dipartimento Scienze e Tecnologie Agroambientali

Area di Entomologia "G. Grandi"

FACOLTA' DI AGRARIA UNIVERSITA' DI BOLOGNA

Gli insetti delle piante forestali e inurbate
Piero Baronio

Abete Bianco




Indice degli alberi


Home Entomologia

Cryphalus piceae Ratzeburg (Coleoptera Scolytidae)
Sintomi - Gocciolature di resina dai fori di entrata delle gallerie materne e di ibernamento. Ingiallimento della chioma.
Descrizione
Adulti: corpo di colore bruno scuro parzialmente ricoperto di peli grigi, antenne e zampe più chiari lo stesso sono le elitre rivestite di setole. Pronoto molto convesso, con granuli marcati, nasconde il capo. Le elitre mostrano il lato dorsale percorso da fini punteggiature e interstrie con peli chiari. La lunghezza è compresa tra 1,5 e 2 mm.
Uova: di forma ovale e di aspetto bianco traslucio. La lunghezza è di 0,5 mm
Larve: cirtosomatiche, apode, di colore bianco, con cranio marrone. La lunghezza è di 2,5 mm.
Pupe: di aspetto biancastro con due spine caudali. La lunghezza è di 2,2 mm.
Biologia – Specie monogama che costruisce gallerie a falsa stella perché i bracci sono dovuti ai cunicoli di nutrizione delle larve. Iberna da adulto in covacci scavati nella corteccia, il più delle volte, di rami. Nel periodo di marzo e aprile ricompaiono gli adulti e le femmine, inseminate sulla corteccia, scavano, aiutate dal maschio, interessando quest'ultima e alburno, una camera di forma non definita sui lati dalla quale, in piccole fossette depongono le uova. Da queste, poi, si dipartono a raggiera i cunicoli di nutrizione delle larve, lunghi da 1 a 4 cm, che terminano nelle cellette pupali. Gli adulti sfarfallano a giugno e danno luogo alla progenie svernante.
Periodo di dannosità - In pratica tutto l'anno.
Tecniche di risanamento - Allontanamento dagli alberi attaccati; uso di piante esca che devono essere distrutte prima della sciamatura degli adulti, in caso di soggetti di particolare interesse paesaggistico si possono eseguire trattamenti a base di Piretroidi in marzo-aprile.