DiSTA, Dipartimento Scienze e Tecnologie Agroambientali

Area di Entomologia "G. Grandi"

FACOLTA' DI AGRARIA UNIVERSITA' DI BOLOGNA

Gli insetti delle piante forestali e inurbate
Piero Baronio

Abete Bianco




Indice degli alberi


Home Entomologia

Schizoneura dell'Abete bianco
Mindarus abietinus Koch (Homoptera Mindaridae)

Sintomi - Germogli biancastri e arruffati per la contorsione degli aghi verso l'alto e presenza di cera di colore azzurrognolo accompagnata da melata presente solo in maggio e giugno.
Descrizione
Fondatrici: partenogenetiche e vivipare di colore bruno verdastro e cosparse di cera. La lunghezza è di 2 mm,
Sessupare: partenogenetiche e vivipare sono, in genere, alate e abbondantemente ricoperte di cera azzurrognola.
Anfigonici: atteri , di colore verde giallastro, sono di ridotte dimensioni.
Uova: di forma allungata sono di aspetto argenteo per la presenza di fili di cera sul corion nero.
Biologia - Olociclo monoico comprende tre generazioni all'anno, con ibernamento allo stato di uovo. Le fondatrici compaiono da fine aprile a tutto maggio, a queste segue la generazione delle sessupare che diffondono l'infestazione e generano gli anfigonici. Tutto ciò si compie in circa due mesi, mentre i restanti dieci sono trascorsi dall'uovo. Può causare forti danni nei vivai.
Periodo di dannosità- Maggio e giugno.
Tecnica di risanamento - Sulle piante di parchi e giardini si può usare Pirimor a fine aprile inizio maggio.